sabato 31 gennaio 2015

Ognuno fa quel che può

A chi non è mai capitato di sentirsi giù, di sentirsi incastrato nei soliti pensieri e voler spegnere la mente solo per un po', giusto il tempo di tirare quel sospiro che ti ricarichi? Ma la mente non la si può spegnere...
Cosa fate voi in questi casi? 
Quando questo mi succedeva in Italia, io uscivo con un'amica, si parlava per ore e si smetteva di contare le sigarette... Alla fine qualcosa di cui ridere arrivava sempre.
Affrontare i giorni NO da neo-expat è tutta un'altra storia, ti accorgi di non avere più i tuoi "cuscinetti morali" e questo amplifica tutte le tue emozioni... Io ora affronto le mie preoccupazioni camminando senza meta fino a lasciarmi sorprendere dai luoghi dove finisco, ragazzi penso che non sia un caso se questa è la città di pace e giustizia, Den Haag è davvero ricca di pace ed energia positiva, specialmente quando spunta il sole e la città si veste di quella meravigliosa luce dorata, impossibile descrivere la sensazione che trasmette.
Qualche giorno fa passeggiavo tra le strade del mio quartiere, Scheveningen, ammirando la varietà di casine colorate per uccellini che ogni porta possiede, questa è una delle tradizioni olandesi che mi piace molto, fornire un rifugio e del cibo agli animali che vivono in libertà; mi sono ritrovata senza rendermene conto ai piedi del faro, tanto imponente che non ti aspetteresti mai di trovarlo in una strada così piccola, ne sono rimasta incantata, pensando a come dovevano essere quei luoghi agli inizi dell'Ottocento quando Scheveningen si trasformava da un paese di pescatori in quella che sarebbe diventata la località balneare più importante in Olanda, con l'installazione del primo stabilimento in legno per volere di Jacob Pronk nel 1818, quante dame nelle loro carrozze avranno attraversato quelle strade con l'intento di godersi un bagno nelle acque del mar del Nord... Eh si, mi capita anche di perdermi in pensieri storici, mi affascina conoscere usi e costumi delle diverse epoche venute prima di noi e osservare cosa di loro sopravvive ancora. Se anche voi avete di queste curiosità vi consiglio vivamente un viaggio nella storia al museo di Scheveningen, vi lascio il link ;)



Ad ogni modo riprendo il mio cammino, ma già le mie idee cominciano a schiarirsi e so dove voglio andare... La spiaggia è solo dall'altra parte della strada e la raggiungo in un attimo, c'è gente che passeggia, bambini che corrono con i loro cani e ovviamente tutti quei ragazzi che ogni giorno vedo passare sotto casa, in muta sulle proprie bici con la tavola da surf sotto braccio, io li trovo mitici!!!
La spiaggia d'inverno è qualcosa di unico, per me è impossibile non sedermi li ad ascoltare i suoni della natura mescolarsi alle varie voci e ai miei pensieri, non passa molto tempo prima che io inizi a guardare i miei problemi sotto una luce diversa,  non importa che io sia in grado o no di fornire una soluzione nell'immediato, ho raggiunto il mio obbiettivo, ho tirato un sospiro di sollievo, ho staccato la spina della tensione e mi sento ricaricata per affrontare tutto con una nuova energia.




1 commento:

  1. Ci credo che questa passeggiata ti faccia bene...i colori nelle foto sono assolutamente energetici e ricaricanti! È normale sentirsi un po ' così all'inizio, ma giorno dopo giorno le cose andranno meglio.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget
Instagram